mercoledì 15 maggio 2013

Canzone muta.

Quando parlo di Te,
dico poco, nulla dico...
Perchè?
Non parlo del Nostro Amore che trabocca;
come il calice della calla
che a goccia a goccia si riempie sotto la pioggia.
Non dico della Tua carezza
quando mi sussuri lievemente nell'intimo dell'Anima.
Dico poco, nulla dico...
Perchè?
Una canzone senza spartito è la mia musica...
Una canzone muta è il mio canto...

                      Brunetta 15 maggio 2013

2 commenti:

  1. Invidio Dio per le effusioni d'amore che l'Autrice fa traboccare, goccia dopo goccia, dal suo generoso cuore. Però, che sia autentica fede? O dialettica improvvisata e usata con astuzia per mostrare la capacità intellettiva nonchè poetica? Invito i gentili lettori ad esprimersi in tal senso, naturalmente se lo ritengono di proprio gradimento!
    Concludo affermando, qualora le frasi di questa "Canzone muta" non fossero vere, le bugie dette si possono definirsi: " Bugie Sante!"
    Da invidioso...la Poesia mi piace! Petra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre grazie per i tuoi simpatici e impegnati commenti. :-D

      Elimina