giovedì 2 febbraio 2017

Thendenze

Ci vuole così poco per scrivere una poesia
ci vuole solo un attimo
quell'attimo,
di quando la mente si concede un' abbandono.
Quando la parte misteriosa emerge dal profondo
tracimando un'energia sul cuore
con una matita le dai vita, le dai forma,
non sarà piatta
avrà spessore e saprà far colore,
sarà come veder sbocciare una rosa
melodia antica, 
puro alito ancestrale
slancio primitivo dell'anima.
E tu ti chiederai...chi mi ha regalato la rosa?!?
Sarà stato il vento che per ardore l'ha strappata da un giardino?
Sarà stata la zingara innamorata che ieri è da qui passata...?
La rosa è li per te, 
ora il vento è altrove e pure la donna è già lontana.
La rosa è tra le tue mani!
                    Brunetta Sacchet  2 febbraio 2017

Nessun commento:

Posta un commento