lunedì 13 novembre 2017

Un passa montagna

Ci vorrebbe un passa montagna
caldo, soffice, di buona lana,
per proteggermi dalla voce del vento,
forte urla all' orecchio quando soffia la tempesta di neve.
Ci vorrebbe un passa montagna
per riparare la fronte intrappolata nel gelo dei pensieri.
Quanto freddo,
si spande fin alle suole.
Ci vorrebbe un passa montagna
per coprire la nuca sfregiata dalla mano severa di questa bianca bufera.
Ci vorrebbe ancora la nonna,
che prepara una calda cioccolata
e poi sferruzza una  trama di lana.
Oh, che bello sarebbe
indossare il suo passa montagna,
solo lui dona calore al cuore...
e ancor si accende il sole nel mio cuore.
                Brunetta Sacchet🌹 

2 commenti:

  1. Quanti ricordi del passa montagna,nei giochi,a scuola,poi al lavoro,in montagna,al mare,fa parte di noi nei mesi freddi assieme ai cari guanti..Brava Brunetta a dedicare una poesia a questo indumento che ci ricorda anche le nonne,i loro lavori li portiamo ancora nel cuore..Complimenti

    RispondiElimina
  2. Grazie Mario🌻🌻🌻

    RispondiElimina